Questo sito utilizza i cookie, per approfondire la nostra politica sui cookie leggi il contenuto della pagina Informativa sui cookie. Cliccando sul pulsante accetta o continuando la navigazione, presterai consenso all'uso dei cookie.

Indietro

Indietro La Greenway del fiume Nera

Indietro La Greenway del fiume Nera

La Greenway del fiume Nera è un percorso cicloturistico che si sviluppa nella provincia di Terni, nella zona meridionale dell’Umbria. L'intero percorso misura 180 km di strade secondarie, sentieri, argini e borghi medievali.

Si pedala lungo il corso del fiume Nera e dei suoi affluenti seguendo un circuito che presenta numerosi siti di interesse naturalistico, storico e culturale, fino ad arrivare al punto di maggiore bellezza costituito dalla Cascata delle Marmore.

Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che la cascata artificiale delle Marmore sarebbe diventata, a partire dal 271 a.c., uno dei luoghi simbolo non solo dell’Umbria, ma di tutto il Belpaese. Nei mesi autunnali il salto di 90 metri dell’acqua è avvolto dai colori mutevoli della vegetazione, rendendo il panorama, tanto caro ai viaggiatori del Gran Tour, ancora più suggestivo. Pedalare affiancando il fiume e le sue acque è uno spettacolo che, almeno una volta nella vita, merita di essere vissuto.

La segnaletica dell'itinerario ciclabile è molto precisa, indica costantemente la direzione corretta da seguire e, lungo il tracciato, è spesso integrata con  mappe che ripercorrono la greenway indicando i punti d'interesse.

Lasciandosi la cascata delle Marmore alle spalle, in pochi chilometri si raggiunge Casteldilago, paese pittoresco che apre lo scenario ai borghi della Valnerina.

La salita verso il cuore della frazione di Casteldilago è ripida e faticosa, i ciclisti più allenati potranno tentare la scalata in sella, ma per evitare cadute e spiacevoli imprevisti è consigliabile salire a piedi e godersi l’immenso panorama.

Dal paese, tappa imperdibile anche durante il Grand Tour Rando, la Greenway del Nera procede verso il punto più stretto della valle fino ad arrivare a Ferentillo, un luogo meraviglioso e ricco di storia impreziosito dai resti di due grandi fortezze difensive risalenti al XII secolo.

Ferentillo è anche il paese con il museo delle mummie, all'interno del quale sono conservate alcune salme di vecchi abitanti della valle. Due salme sono riconducibili con molta probabilità a due viaggiatori cinesi che, durante il loro passaggio nell'Italia afflitta dalla peste nera, contrassero la malattia e morirono a Ferentillo.

La Greenway del Nera presene inoltre una serie di percorsi alternativi secondari che permettono ad un ciclo-viaggiatore di non annoiarsi mai. Per tornare verso la cascata delle Marmore, dopo aver lasciato il “paese delle mummie”, si svolta in direzione del fiume Nera fino ad arrivare a costeggiarlo passando su un terreno sterrato molto divertente da percorrere in mountain bike. I paesi da questa nuova prospettiva appaiono più distanti, un motivo in più per concedersi un po’ di relax e magari la scoperta di qualche trattoria dai sapori tipici. L’Umbria infatti non è solo bella da pedalare, ma anche buona da mangiare.