Questo sito utilizza i cookie, per approfondire la nostra politica sui cookie leggi il contenuto della pagina Informativa sui cookie. Cliccando sul pulsante accetta o continuando la navigazione, presterai consenso all'uso dei cookie.

Indietro

Dati allarmanti, un morto ogni 35 ore

Dati allarmanti, un morto ogni 35 ore

La sicurezza dei ciclisti, è un tema ricorrente in questo ultimo periodo. Infatti, il governo, sta valutando l’approvazione della cosìdetta “Legge Salvaciclisti”, che prevede l’obbligo di sorpasso ad almeno 1,5 metri di distanza laterale dal ciclista.

Nel 2015 l’Istat ha riportato dati allarmanti, ogni giorno circa 45 ciclisti sono coinvolti in un incidente, e i decessi in sella alla bicicletta sono stati 252, ovvero uno ogni 35 ore.

Oltre ai pericoli derivanti dagli automobilisti, c’è da riportare la pessima situazione delle nostre strade. Chi usa la bicicletta per andare a lavoro, per andare a fare la spesa o semplicemente per effettuare i propri spostamenti, è sempre sottoposto a vari rischi, strade malmesse, buche, incroci segnalati in malomodo e piste ciclabili sempre più impraticabili.

A sostegno di questi dati allarmanti, oggi basta cercare sul web la parola “ciclista”, e ci verranno presentati dei risultati che assomigliano ad un vero e proprio bollettino di guerra. In questa casistica sono coinvolte tutte le tipologie di ciclisti, professionisti, amatori, lavoratori, pensionati.

Attendiamo la risposta del governo sull’approvazione delle legge salvaciclisti, con la speranza che sia la prima, delle tante iniziative che si dovranno adottare, per rendere sicure le nostre strade, a tutte quelle persone che decidono di utilizzare la bicicletta per piacere, per lavoro o semplicemente per spostarsi.